Al cartoccio

La cottura al cartoccio è un metodo che consente di preservare tutte le proprietà nutritive di un alimento. E’ indicato nelle diete ipocaloriche perchè permette di ridurre al minimo i condimenti.

Quella del cartoccio è cottura al vapore (grazie proprio al calore che si forma nel cartoccio cotto in forno). Una volta posto il cibo lo si può inumidire con del liquido, che può essere acqua, vino, succo di limone o di arancia. Utile soprattutto per carni, come il pollo, che tendono a seccarsi.

Una volta condite le pietanze, bisogna chiudere il cartoccio, evitando che fuoriescano liquidi, e porlo in una teglia direttamente in forno, per un tempo che varia dai 15 ai 30 minuti, a seconda della grandezza e consistenza del cibo in questione. Si può servire direttamente dal cartoccio o trasferire il cibo in un piatto facendo attenzione a non buttare il liquido di cottura che esalterà le nostre ricette.

Al cartoccio si possono cuocere tantissimi cibi come carni, pesci, verdure e anche cereali. Potete condire gli alimenti con erbe aromatiche, spezie, aglio, cipolla, per intensificare il sapore del cibo, o porli a cuocere su un letto di verdure, soprattutto se si tratta di pesce o carni delicate.

  • Orata al cartoccio

    2 Maggio 2019Jottafood

    L’orata è un pesce molto diffuso nelle coste italiane. Presente in tutto il bacino del Mediterraneo, infatti, è cucinato in tantissime regioni italiane, dove assume nomi diversi. Si tratta di un alimento altamente digeribile: ricco di vitamina B3 e proteine nobili, con bassissimo contenuto di grassi. L’orata, inoltre, contribuisce alla salute di ossa e cervello,…

    Scopri di più